Janis

Janis

4.7
Uno di questi giorni ti sveglierai cantando spiegando le tue ali al sole sciogliendo i tuoi sogni dall’intrico dei tuoi occhi avvicinandoti così tanto alla libertà da trasformarla in un’ altra bugia raccontata a chi non ha più nulla da perdere e ascolterai ancora il rintocco del tempo che af...
Leggi
la valigia vuota

la valigia vuota

3.4
Chi non ha paura di morire, in realtà, non teme niente, ne’ schiaffo, ne’ pugno, ne’ fendente; a petto in fuori va e si percuote “sono qua” sembra dire, e la mia valigia è sempre pronta. Chi non ha paura di morire racchiude nel suo cuore la superbia e la mestizia poiché delle emozioni è ...
Leggi
TRA VIUZZE E CIRRI

TRA VIUZZE E CIRRI

4.7
Dei terrazzuoli appena gravidi d’anfratti e tufo, e scarabocchi di ferro e ruggine a stento ottusi; e quei gerani armonici unti di tempeste e baci quando l’aurora pettina il mio sguardo e dice t’amo, in amen. Io mi raccolgo l’ombre andare evaporarsi piano per restare. E pietra sc...
Leggi
silenzio sacro

silenzio sacro

3.9
Silenzio sacro, stanza in penombra, luci tremule e pallide, luminano la mia mason, il tempo nicchia e si attarda,indulgendo troppo; il futuro, vorrei che fosse già il futuro prossimo.  
Leggi
Perché illuderci ancora

Perché illuderci ancora

3.2
C’è chi ha voglia di andare a votare, mi chiedo io, ma votare chi, cosa, quale movimento merita fiducia, merita una x, quale partito merita il nostro tempo, le nostre speranze. C’è chi ha voglia di andare a votare, mi chiedo io, ma votare chi, cosa, quale programma, quali idee, perché illude...
Leggi